Questo bambino a quattro arti sulla cima di una montagna sta raccogliendo fondi per altri bambini disabili

POSITIVO

Un bambino di 10 anni con una quadrupla amputazione tenterà di raggiungere la cima di una montagna alta 1,5 metri per raccogliere fondi per altri bambini disabili. L’alpinista Luke Mortimer è “determinato” a raggiungere la vetta dell’Embsay Crag nel North Yorkshire. Il ragazzo dal cuore grande chiama affettuosamente la vetta il suo “Everest” e accetta la sfida per ringraziare l’ente di beneficenza che lo ha aiutato. Mortimer aveva solo sette anni quando contrasse una grave infezione batterica. Sopravvisse alla malattia ma perse tutti gli arti e dovette sottoporsi a 23 operazioni in 10 settimane per sostituire la pelle mancante e guarire le ferite. Da quando la sua famiglia si è trasferita nella regione di Embsay nel 2019, il ragazzo coraggioso ha desiderato salire sulla cima di una scogliera vicina che può essere vista dalla sua casa di campagna.

Sabato prossimo (4 novembre) intraprenderà questa impegnativa camminata in aiuto dell’organizzazione benefica LimbPower e del programma Children in Need della BBC (fai una donazione qui), avendo già preso parte al programma l’anno scorso. Quando ci siamo trasferiti qui per la prima volta, stavo guidando lungo la strada a Embsay, ho visto le scogliere e ho detto: “Mamma, papà, possiamo scalarle un giorno?” Sono passati alcuni anni, ma voglio davvero arrivare in vetta e tornare giù. Penso che la cosa peggiore sia la pioggia. Il padre di Luke, Adam Mortimer, ha ammesso che la ripida salita di due miglia e il viaggio di ritorno sono stati un “compito difficile” per il suo coraggioso figlio. Ma ha aggiunto che Luke vuole arrivare in vetta da solo, il che gli richiederà l’inserimento di una protesi corta al ginocchio. Ciò richiederà tutto il tempo necessario. Non ho fissato una data perché non voglio mettergli pressione”, ha detto Mortimer. Sarà su e giù, progredirà al ritmo con cui progredisce”, ha detto Mortimer.

Gli enti di beneficenza e le fondazioni istituiti dopo l’amputazione hanno raccolto più di 15.000 sterline (18.000 dollari) da molti sostenitori in modo che potesse ricevere una gamma di protesi per la riabilitazione. Hanno anche donato soldi per acquistare il suo primo braccio robotico, che gli permetterà di svolgere più attività in modo indipendente. L’organizzazione di volontariato Band of Builders ha sostenuto il padre di Luke, Adam, nella ristrutturazione del bungalow in cui vive Luke, che è stato inaugurato il 3 settembre di quest’anno. Il lancio di Luke avverrà sabato alle 10 dal parcheggio dell’Embsay Reservoir. Prima della salita verranno vendute torte e rinfreschi per raccogliere fondi da destinare a beneficenza.

 

Luke Mortimer with family. A team of big-hearted builders have joined forces to adapt the home of a 10-year-old lad who lost his arms and legs to a rare illness – for free. See SWNS story SWLNamputee. The tradesmen – part of the charity Band of Builders – stepped in to help Luke Mortimer who became a quad-amputee after getting meningococcal meningitis. The severe bacterial infection quickly spread around his body, and when Luke was diagnosed in 2019, he lost 50% of his skin and spent five months in hospital. He later moved to a bungalow that his dad, Adam Mortimer, had begun to transform for his needs, before he reached out to Band of Builders for a helping hand. And the team were more than happy to undertake the project, fitting it with a new shower room, underfloor heating and new wooden flooring. Luke said he was overwhelmed by the progress that the team had made in just a week – and wanted to thank the builders all for their hard work.

Alcune persone hanno accettato di venire. Lo abbiamo fatto nella sua scuola e abbiamo messo le informazioni online”, ha affermato Adam. Simon Antrobus, CEO di BBC Children in Need, ha augurato a Luke ogni successo nella sua raccolta fondi. Siamo molto grati a Luke per aver accettato una sfida così stimolante e per aver scelto BBC Children in Need come uno degli enti di beneficenza che trarranno vantaggio dalla sua raccolta fondi. Auguriamo a Luke buona fortuna per il prossimo fine settimana e non vediamo l’ora di vederlo in azione.

Rate article